MeteoFoligno

la meteorologia nel folignate

VAI AL BOLLETTINO

IL BOLLETTINO METEO

sempre aggiornato

                                             AGGIORNAMENTO 16/06/2021 ORE 24:00
 
BREVE FASE INSTABILE 🌦⚡️POI PROBABILE FORTE ONDATA DI CALDO ⚠️
 
Nel corso dei prossimi giorni la discesa di un nucleo di aria fredda verso i Balcani, provocherà un temporaneo aumento dell’instabilità anche sulla nostra regione, dove torneranno rovesci e temporali sparsi.
Come sempre in questi casi le piogge risulteranno molto irregolari e vi saranno zone che rimaranno all’asciutto, mentre in altre non sono da escludere brevi allagamenti e disagi, seppur in forma molto locale e circoscritta.
A seguire una discesa perturbata in direzione della Spagna, innescherà come risposta la risalita di un promontorio nord africano in direzione dell‘Italia, che vivrà la sua prima forte ondata di calore della stagione estiva.
L’ondata di caldo non dovrebbe durare a lungo al centro nord, ma sarà comunque in grado di portare massime over 35 tra sabato e lunedì, con punte locali anche vicine ai 40 gradi.
Maggiori dettagli verranno comunque forniti nei prossimi aggiornamenti.
 
MERCOLEDÌ16/06/2021🌤🌩
 
Cielo poco nuvoloso al mattino.
Nubi cumuliformi in aumento nel pomeriggio con possibilità di isolati rovesci e temporali sparsi, in particolare a ridosso dei rilievi.
 
TEMPERATURE: minime 11/16 massime 28/32
VENTI: deboli variabili
 
GIOVEDÌ 17/06/2021🌤🌩
Cielo poco nuvoloso al mattino. Nuovo aumento delle nubi nel pomeriggio, con possibili rovesci e temporali sparsi, in particolare lungo l’Appennino e zone adiacenti.
TEMPERATURE: generalmente stazionarie le massime. In lieve aumento le minime
VENTI: deboli variabili
 
TENDENZA 3 GIORNI SUCCESSIVI🌤
Tempo stabile ma con passaggi di nubi medio alte a tratti, che tenderanno a offuscare parzialmente il sole.
Le temperature subiranno un brusco aumento con punte possibili di 35/37 anche a Foligno tra sabato e domenica. Caldo anche di notte con minime sopra i 20 gradi da sabato.
Venti deboli variabili.
 
IMMAGINI
Nella prima immagine il nucleo freddo in quota, responsabile di una maggiore instabilità nelle prossime 48 ore.
Nella seconda immagine la discesa perturbata e fresca verso al Spagna, responsabile della probabile forte ondata di calore sull’Italia.